domenica 23 giugno 2013

Agenda letteraria, Robert Hunter


Agenda letteraria
Fai che la mia ispirazione fluisca
In linee che suggeriscono ritmo
E che queste non mi abbandonino
Finché il mio racconto non sarà finito”



  Con queste parole poetiche, la vostra agenda letteraria stasera ricorda la nascita di un personaggio speciale, che è stato poeta, paroliere e musicista, Robert Hunter (1941-2005), un uomo di origini americane, che con la sua poesia a dato voce a una famosissima band degli anni sessanta i The Graeteful Dead, che sono passati alla storia per il loro stile eclettico che univa il rock, il bluegrass, blues, country e jazz. La sua collaborazione con questo gruppo si deve all’amicizia che lo lega ad uno dei membri Jerry Garcia, e nel 1969 diventa il paroliere ufficiale del gruppo, fino alla morte dell’amico nel 1995. Questo grande artista ha realizzato anche molti album solisti tra cui letture di opere con accompagnamento musicale come Flight of the Marie Helena e Duino Elegies. Nel 1993, viene realizzata una raccolta di tutti i testi dello scrittore per i Greatelful Dead, intitolata A Box of Rain, di cui vi lascio la canzone.
Le sue canzoni :
Ripple 1970 American Beauty/Workingman's Dead
Touch of Grey 1987 In the Dark
Truckin' 1970 American Beauty/Workingman's Dead
Scarlet Begonias 1974 From the Mars Hotel
Eyes of the World 1973 Wake of the Flood
Friend of the Devil 1970 American Beauty/Workingman's Dead
Box of Rain 1970 American Beauty/Workingman's Dead
Uncle John's Band 1970 American Beauty/Workingman's Dead
Sugar Magnolia 1970 American Beauty/Workingman's Dead
Althea 1980 Go to Heaven
Shakedown Street 1978 Shakedown Street
Franklin's Tower 1975 Blues for Allah
Terrapin Station 1977 Terrapin Station
Dark Star 1968 Heartbits
Sugaree 1976 Steal Your Face!

video

0 commenti: