giovedì 8 agosto 2013

Vieni in un posto che è pieno di fate? Vuoi una merenda di latte e risate? Fai una partita con me senza fine? Scambi le doppie delle figurine? Io sono sola seduta sul letto, ti sto chiamando e ora ti aspetto. Ho anche un segreto nascosto per te. Vieni a giocare con me? Bruno Tognolini

Leggere a voce alta!

 Cari amici, ieri vi ho un po’ trascurato, ma non preoccupatevi, oggi sono di nuovo qui e con la rubrica "Leggere a voce alta!", torniamo a coccolare i nostri bimbi, con le letture da leggere a voce alta. 
Rinnovando il sostegno per la bella iniziativa di “Nati per leggere” http://www.natiperleggere.it/index.php?id=1 , andremo a conoscere un altro meritevolissimo illustratore famoso non solo per i lavori sull’infanzia, ma anche rinomato come artista, infatti è considerato "uno dei massimi protagonisti dell'arte, del design e della grafica del XX secolo", Bruno Munari, fondatore del movimento “Arte Concreta”.
 “C'è sempre qualche vecchia signora che affronta i bambini facendo delle smorfie da far paura e dicendo delle stupidaggini con un linguaggio informale pieno di ciccì e di coccò e di piciupaciù. Di solito i bambini guardano con molta severità queste persone che sono invecchiate invano; non capiscono cosa vogliono e tornano ai loro giochi, giochi semplici e molto seri.”
 Per comprendere come la sua arte è diventata importante per l’infanzia, dobbiamo conoscere un po’ questo importante artista, che da giovanissimo ha frequentato Marinetti e il movimento futurista, ma poi si allontana con la sua opera “La macchina aerea”, la prima opera d’arte mobile, con cui inizia lo sviluppo delle sue idee sul movimento.
 Questo grande illustratore milanese, vincitore di ben 3 Premi Compasso d’oro, riesce a  imporsi nella scena artistica intorno agli anni cinquanta e sessanta nell’era dello sviluppo industriale, dove la sua fantasia trova terreno fertile per creare opere combinate alla tecnica. La sua arte, gioca con la cinetica, la figura poliedrica in movimento, la luce fino a sviluppare la fantasia attraverso il gioco e per dar voce alla sua idea, crea il primo laboratorio per bambini in un museo, presso la Pinacoteca di Brera a Milano.
  Munari, inizia a pensare all’infanzia nel 1949 , quando ha iniziato a realizzare i famosi "libri illeggibili", dove le parole spariscono per lasciare spazio alla fantasia di coloro che sapranno immaginare altri discorsi leggendo carte di colori diversi, strappi, fori e fili che attraversano le pagine. 
Il gioco, come mezzo per sviluppare la fantasia e quindi la creatività, questi sono gli insegnamenti di questo maestro.
I libri che questa importante figura ci ha lasciato, dopo la sua scomparsa nel 1998, sono molti, alcuni tra i più famosi sono:
“Nati per leggere”, consiglia il libro:
Dettagli del libro
Titolo: Toc Toc. Chi è? Apri la porta
Autore: Bruno Munari
Editore: Corraini
Collana: Opera Munari
Data di Pubblicazione: 2003
Pagine: 6
Formato: illustrato
In questo libro, come negli altri, Munari gioca su un racconto essenzialmente visivo pieno di attese e di sorprese ottenute attraverso soluzioni semplicissime. Toc toc … e una porta si apre.
Per voi, "Come giocare con l'arte" di Bruno Munari.
video

0 commenti: