mercoledì 25 settembre 2013

Il vescovo di Londra toccò leggermente con la canna, per cinque volte il dorso del sovrano. Quindi si voltò e porse la canna a Philip, vescovo di Kingsbridge. Philip avanzò per fustigare il re. Era felice di essere vissuto abbastanza a lungo. Dopo questo giorno, pensò, il mondo non sarà più lo stesso. I Pilastri della Terra

Incontriamo....   
Ken Follett
Ken Follett, il grandioso scrittore britannico che ha venduto milioni di copie coronando un successo planetario che ha avuto inizio sin dal suo primo libro firmato col suo vero nome: “La cruna dell’ago” pubblicato che nel 1978. Prima di questo libro, aveva pubblicato altri quattro romanzi, due sotto lo pseudonimo di  Zachary Stone e gli altri due come Martin Martinsen.
  È nato come giornalista, ma quando ha scoperto che la penna è la sua vocazione, non esita a dedicarsi a tempo pieno al suo portentoso talento che gli ha permesso di concquistare una valanga di lettori e fan che nel corso degli anni hanno confermato il suo prestigio nel mondo letterario.
 Questo scrittore è particolare infatti nel corso della sua prolifera carriera ha variegato il suo genere letterario, che come una pendola è oscillato avanti e indietro tra il thriller di spionaggio con cui ha iniziato per poi sfociare nel romanzo storico come I pilastri della terra, con cui ha riconfermato l’apprezzamento del pubblico.
Dei suoi numerosi romanzi esistono due saghe quella de “I pilastri della terra” , costituito da due romanzi l’omonimo del 1989 e Mondo senza fine del 2007 e la “The Century Trilogy” con: 1) La caduta dei giganti del 1010 – 2) L’inverno del mondo del 2012; il terzo volume deve ancora essere pubblicato e sembra che avrà il titolo di Edge of Eternity e la sua uscita è prevista per il 2014.
Quella di Century, è una saga epica che si sviluppa attraverso un intero secolo coinvolgendo le vicende di cinque famiglie di diversa nazionalità - americana, russa, tedesca, inglese, gallese – che si intrecciano sullo sfondo degli eventi più importanti del Novecento. La memoria collettiva si mescola così alla gioie e ai drammi di queste famiglie che di generazione in generazione portano i segni del loro passato.
video
    La saga de I pilastri della terra The Pillars of the Earth,
 è ambienta nel 1123 però a distanza di due secoli l’una dall’altra. Il primo libro, ruota attorno alla costruzione della cattedrale di Kingsbridge, e coinvolge Jack Jackson un giovane con un grande talento architettonico e artistico la famiglia del suo maestro Tom e la famiglia della donna di cui si è innamorato Aliena di Shiring che si scontrano insieme al Priore Philip all’arcivescovo di Canterbury, che si muovono sotto lo scenario storico medievale che vede la lotta tra  le nobili famiglie inglesi e il mercantilismo dei borghesi che ostacola il feudalesimo dei nobili. Tutto questo si snoda tra amori e passioni, lotte e tradimenti, assassinii e vendette, sotto l’architettonico scenario della costruzione della imperiosa cattedrale. Mondo senza fine, si sviluppa due secoli dopo e i protagonisti, sono i discendenti del libro precedente. La storia ruota attorno a quattro ragazzi legati da un segreto condiviso da bambini a cui si collegano gli eventi storici che sono quelli relativi alla lotta per la corona inglese tra Edoardo II e la sua consorte Isabella di Francia. La vita dei quattro giovani si ritrova legata anche nell’età adulta e le loro vicende si sviluppano attorno alla costruzione di un ponte di pietra, importante per la sopravvivenza degli abitanti di Kingsbridge. Una saga bellissima, che ho amato molto anche se tra i due libri il mio preferito rimane I pilastri della terra.

Queste due saghe rientrano entrambe nel genere storico e rivelano la grande bravura di questo scrittore che riesce a coinvolgere il lettore dall’inizio alla fine dei suoi voluminosi romanzi, perché si ritrova catapultato all’interno del periodo storico interessato, raccontando gli avvenimenti senza trasformarli in una monotona lezione di storia, proprio come ha affermato lo stesso Ken Follett, lui deve far vivere la vita di questi personaggi che si ritrovano condizionati inevitabilmente dal periodo storico e sociale che stanno vivendo.
 Buona parte dei suoi romanzi hanno ispirato i registi che hanno portato sul grande schermo le intricate storie di questo autore che riesce a coinvolgere nonostante le complicate trame che si snodano attorno ai suoi numerosi personaggi, dotati di una forte personalità che trascinano il lettore dentro i loro ruoli, in modo automatico grazie alla scrittura fluente e coinvolgente e come sanno benissimo i suoi lettori, ti ritrovi alla fine del libro e non riesci a credere di aver finito in così poco tempo un così grande numero di pagine e se poi devi aspettare il seguito allora si che è una tragedia.
video

0 commenti: