mercoledì 5 giugno 2013

Parliamo di… Lorenzo Amurri


Parliamo di  

                                                 Lorenzo Amurri

 Lorenzo Amurri che con il suo libro è stato considerato una rivelazione, probabilmente molti di voi già lo conoscono, infatti è stato ospite in alcuni programmi televisivi e anche i giornali hanno parlato molto di lui e del suo libro che si trova nella rosa dei semifinalisti al prestigioso Premio Strega. Il  suo romanzo, Apnea edito dalla casa editrice Fandango, rappresenta la storia di come è affondato nell’abisso e di come è riemerso tornando alla vita. Il suo libro, come la sua esperienza mi ha profondamente colpito, infatti ho deciso di dedicargli il secondo appuntamento con la rubrica Parliamo … di , festeggiando così la prima settimana della nostra amata “La bacheca dei libri”.



  Ma Parliamo di Lorenzo Amurri. Apnea è il suo primo romanzo, rappresenta una autobiografia, in cui racconta dell’incidente sciistico che lo ha paralizzato dal busto in giù lasciandolo in coma farmacologico per due anni, poi il risveglio e la sua difficile riabilitazione per poter riacquistare le mani con cui suonava la sua preziosa chitarra, che come musicista e produttore musicale per lui era tutto.
  Di questo autore si è parlato e si parla ancora molto anche sul web e molte sono le recensioni e gli articoli a lui dedicati, e come gli altri anch’io ho sentito il bisogno di parlare ancora di questa meravigliosa persona da cui sono rimasta molto impressionata non solo dalla sua esperienza, perché è difficile non solo ritornare alla vita dopo un incidente simile, ma anche accettare e accettarsi considerando il suo forte spirito di libertà, una quasi totale immobilità deve essere molto dolorosa. Quello che lo ha reso così speciale ai miei occhi è stata la sua grande forza e il coraggio di afferrarsi alla vita che gli ha dato una seconda possibilità e quindi accettare la sua perdita e il suo sogno per la musica e ricominciare anche appeso ad un dito un nuovo sogno, la scrittura.
  Ogni altra parola diventa vuota e priva di senso quindi lascio che sia il nostro autore a parlare per me e per voi.

Il suo incidente risale a 16 anni fa, come annota nel suo blog di cui vi lascio un estratto e il link.
http://tetrahi.blogspot.it/
sabato 12 gennaio 2013

Oggi 12 Gennaio 2013, sedicesimo anniversario del mio incidente, voglio darvi in esclusiva alcune belle anticipazioni. Innanzitutto sulla destra potete ammirare la bellissima copertina del mio romanzo. Di seguito un elenco di alcune imperdibili date:

 -21 Gennaio- Uscita libro.

 -23 Gennaio- Ospite di Daria Bignardi alle Invasioni Barbariche.

 -31 Gennaio- Presentazione del libro a Fandango Incontro in via dei prefetti 22 (Roma) alle 18.30.
Per comprenderlo meglio vi presento il video intervista del 23 Gennaio alle Invasioni Barbariche.

video
Dopo aver ascoltato la sua intervista ecco il suo libro Apnea, di cui consiglio la lettura, sarà un’esperienza davvero unica.
 Prezzo 16,00 euro

Descrizione
La faccia immersa nella neve, come ovatta soffice che gli toglie il fiato. È la vertigine dell'apnea. Pochi attimi prima Lorenzo stava sciando insieme a Johanna, la sua fidanzata. Un momento spensierato come tanti, ormai irrimediabilmente ricacciato indietro, in un passato lontano. Poi la corsa in ospedale in elicottero, il coma farmacologico e un'operazione di nove ore alla colonna vertebrale. Dai capezzoli in giù la perdita completa di sensibilità e movimenti. D'ora in avanti Lorenzo e il suo corpo vivranno da separati in casa. Ma l'unica cosa che conta, adesso, sono le
mani. Poter riprendere a muoverle, poter ricominciare a suonare la chitarra, perché la musica è tutta la sua vita. Dalla terapia intensiva ai lunghi mesi di riabilitazione in una clinica di Zurigo, fino al momento di lasciare il nuovo grembo materno che lo ha tenuto recluso ma lo ha accudito e protetto durante la convalescenza. E il difficile reinserimento in un mondo dove all'improvviso tutto è irraggiungibile e tutti sono diventati più alti, giganti minacciosi dalle ombre imponenti. Con coraggio e determinazione Lorenzo Amurri racconta il suo ritorno alla vita. La voglia di vedere, di toccare, di sentire. Di riprendere a far tardi la notte insieme agli amici, di abbandonarsi all'amore della sua donna e riconquistare la libertà che gli è stata rubata. Ogni tappa è una lenta risalita verso la superficie, un'apnea profonda che precede un perfetto e interminabile respiro.

video


  Concludiamo questo appuntamento della nostra rubrica con il Booktrailer a cura dei ragazzi del liceo Spallanzani di Tivoli (Roma) per il romanzo di Lorenzo Amurri "Apnea" (Fandango, 2013).


0 commenti: