giovedì 13 giugno 2013

Caffè letterario, Il segreto della libreria sempre aperta” di Robin Sloan

 Buondì cari amici, ben ritrovati al nostro momento preferito, prego, accomodatevi, perché la vostra amata “La bacheca dei libri”, sta per servirvi un delizioso e inebriante

Ora che il caffè è servito, non mi resta che accompagnarvi con un delizioso libro che possa esaltare il profumo inebriante del vostro caffè. Non temete, La bacheca dei libri saprà soddisfare anche i palati più difficili, infatti il libro di oggi è una rivelazione, un caso letterario in tutto il web, ecco per voi  “Il segreto della libreria sempre aperta” di Robin Sloan Editore Corbaccio.
  

  

Dettagli
·         Editore  Corbaccio 
·         Collana Narratori Corbaccio
·         Formato Rilegato Prezzo 16,50 € Ebook con Adobe DRM 11,99 €
·         Pubblicato  23/05/2013
·         Pagine 306
·         Traduttore G. Arduino

Di questo libo, si è parlato e parlato ancora, vi sono anche un blog e una pagina facebook tutta per lui, incredibile vero?

Il suo arrivo in Italia ha entusiasmato gli appassionati lettori perché contiene gli ingredienti giusti per incollarci alle sue pagine, l’ambiente una libreria, non una qualunque ma speciale come quella di Zafòn, dove un velo di mistero ricopre i suoi libri alcuni sono molto vecchi, la gente strana che entra ed esce. Per il giovane Clay che si ritrova a lavorare tra i suoi scaffali, abituato alle console di computer si apre un mondo strano soprattutto per le 3 regole inviolabili, proibito leggere i libri, annotare i prestiti, le persone che entrano e qualunque cosa dicono, e soprattutto rispettare al minuto l’orario di lavoro. Ma cosa celano realmente questi scaffali? Perché le persone che entrano si comportano in modo strano? Perché prendono in prestito vecchi volumi nascosti in ripiani impossibili? Perché questa libreria e i suoi scaffali sono disposti in modo così strano? Cari amici, un bel mistero, una ragazza bellissima, motori di ricerca, Googler di ultima generazione e libri, una montagna di libri, credo proprio di avervi servito un libro veramente delizioso, perché si sa, per gli appassionati lettori, nessun luogo è più misterioso e affascinante di una libreria, soprattutto se il proprietario è il signor Penumbra.
http://www.ilsegretodellalibreria.com/

   Ecco per voi una piccola degustazione e il Trailerbook di questo inebriante romanzo

video

 Perso tra le ombre degli scaffali, quasi ruzzolo giù dalla scala. Sono esattamente a metà. Il pavimento della libreria è lontano sotto di me, come la superficie di un pianeta che mi sono lasciato alle spalle.le cime degli scaffali mi sovrastano là dove dominano tenebre: non c’è molto spazio tra i libri e la luce non riesce a filtrare. Forse anche l’aria è più rarefatta. Mi pare di scorgere un pipistrello.
 Mi sto reggendo con tutte le mie forze, una mano sulla scala, l’altra sul bordo di un ripiano, le dita rattrappite fino a sbiancarsi. Guardo oltre le nocche, passando in rassegna i dorsi, finché non lo trovo. Eccolo lì, il libro che sto cercando. Meglio che vi racconti tutto dall’inizio, però.
Mi chiamo Clay Jannon e a quei tempi raramente sfioravo pagine di carta. Restavo seduto al tavolo della cucina e controllavo gli annunci di lavoro sul portatile, e quando all’improvviso una scheda del browser comincia a lampeggiare, mi distraevo a seguire il link a un articolo sull’uva da vino modificata geneticamente. Era troppo lungo e lo aggiungevo alla mia lista di lettura. Poi cliccavo un link alla recensione di un libro. Aggiungevo anche quella e dopo scaricavo il primo capitolo del terzo volume di una serie sui poliziotti vampiro. Alla fine, quando ormai mi ero scordato degli annunci, mi rintanavo in soggiorno, mi appoggiavo il laptop sulla pancia e leggevo tutto il santo giorno. Avevo parecchio tempo libero. Ero disoccupato, un risultato della grande recessione dell’industria americana… dopo l’accademia d’arte  iniziai come designer, ideando materiale commerciale e promozionale … Ero sempre impegnato. All’inizio, uno degli ex Googler mi chiese di provare a ritoccare il logo della società … Utilizzai un font abbastanza originale…Il marchio acquistò una certa solennità fruttandomi un premio della sezione di San Francisco dell’AIGA… Diventai anche il responsabile di @NewBagel su Twitter, conquistando qualche centinaio di follower grazie a un cocktail di curiosità sulla prima colazione e buoni sconto digitali. … Poi l’economia andò a rotoli e si scoprì che durante una recessione la gente vuole i vecchi cari bagel … Il budget  di marketing si ridusse fino a scomparire… Zero liquidazione, ma almeno non mi tolsero il MacBook aziendale e l’account Twitter. Così dopo meno di un anno di impiego mi ritrovai a spasso. … All’inizio mi ero imposto che avrei lavorato unicamente per un’azienda con l’obiettivo nel quale credevo. … Poi… Fu la carta a salvarmi. Appurai che riuscivo a concentrarmi nella ricerca di un’occupazione se mi scollavo da internet, e così presi l’abitudine di stampare gli annunci, chiudere il cellulare in un cassetto e andare a passeggio. … Quella routine quotidiana mi fruttò un lavoro, ma in maniera imprevista. Quando passeggiavo per San Francisco, non mi lasciavo mai sfuggire i cartelli delle offerte di impiego appesi in vetrina: una cosa che è meglio evitare, giusto? Avrei dovuto mostrarmi più sospettoso al riguardo. I datori di lavoro seri usano servizi tipi Craigslist. Naturalmente, la Libreria Sempre Aperta aveva un’aria abbastanza equivoca.
                                                                     Turno di notte
                                                               Competenze specifiche
                                                                    Buoni incentivi
… Spinsi la porta a vetri del negozio. Una campanella tintinnò cristallina…Sul momento non mi resi conto dell’importanza della soglia che avevo appena varcato. ...

Ed ora cosa succede a Clay? Perché era così importante quella soglia? C'è una bellissima ragazza coinvolta, forse un amore? Ma soprattutto qual è il mistero della libreria sempre aperta?


0 commenti: